scar-dimmer.jpg

Perché usare mille prodotti quando

con Scar-Dimmer puoi ottenere di più?

scardimmer.png

Lo applichi e te ne dimentichi…

fa tutto da solo!

nastro scardimmer vettoriale.png

Scar-Dimmer è un Nastro in Silicone Medicale, certificato come Dispositivo Medico, indicato per il trattamento nel miglioramento delle cicatrici. 

Genera una compressione meccanica evitando la formazione di

cicatrici atrofiche, ipertrofiche e cheloidee.

 

 

DIMENSIONI * : 2,5 X 100 CM 

check.png

Indicato per cicatrici post-intervento chirurgico

check.png

Autoadesivo e Sottilissimo

check.png

Adatto per Adulti e Bambini

Medico.jpeg

Quanto tempo serve per trattare una cicatrice?

Non è possibile ottenere risultati definitivi in brevissimo tempo. 

Generalmente tutti i dispositivi in silicone medicale in commercio, devono essere utilizzati almeno per 5/6 mesi consecutivi. 

 

In presenza di cicatrice, quando la pelle è completamente rimarginata, è necessario intervenire tempestivamente per evitare la formazione di cheloidi o cicatrici ipertrofiche. 

Scar-Dimmer è un nastro lungo 1 metro e consente di ottenere sufficienti strisce per un trattamento completo.

Perchè scegliere Scar-Dimmer?

scardimmer-1 2.png
Senza titolo-3.png

Riconosciuto dai Medici come miglior prodotto

per il trattamento delle cicatrici !

star.png
star.png
star.png
star.png
star.png

Ginecologia Osp. Mangiagalli (MI) - Dr. Gabriele Rossi 

Ginecologia (MI)- Dr.ssa Clara Nice Mandelli 

Ginecologia (MI) - Dr. Giampiero Schirò 

Ortopedia (PD) - Dr. Giorgio Gerardi

Chirurgia Plastica (MI) - Dr.ssa Lia Lavagno 

Medicina Estetica (MI) - Dr. Maronati 

Medicina Estetica (MI) - Dr. Savoldi

Medicina Estetica (MI) - Dr.ssa Ilse Ghinolfi 

Medina Estetica (RM) - Dr.ssa Maria Antonia Vivirito

Chirurgia Plastica (RM) - Dr. Luca Piovano 

Chirurgia Plastica (RM)  - Dr.ssa Gabiella Gentili 

Chrurgia Plastica (RM) - Dr. Maximilian Catenacci

Chirurgo

Risultati Garantiti !

Primo giorno di utilizzo 

20190110_134202.jpg

Dopo soli 2 mesi

BG.jpg

Scar-Dimmer è semplice e veloce... come piace a te!

Come si usa?

Domande frequenti

Quante ore al giorno lo devo usare?

E' possibile utilizzare il Nastro 8 / 10 / 12 ore consecutive.

E' possibile utilizzarlo durante il giorno oppure la notte.

Lo devo togliere quando faccio la doccia?

Consigliamo di togliere il nastro prima di fare la doccia e riutilizzarlo successivamente.

E' possibile lavarlo?

E' possibile risciacquare la striscia, utilizzando esclusivamente acqua a temperatura ambiente senza strofinare. 

L'uso di acqua troppo calda o troppo fredda potrebbe comprometterne l'adesione.

Come lo asciugo?

Non usare carta o panni per asciugare il nastro. 

Scuotere il nastro eliminando l'eccesso di acqua. 

E' possibile applicarlo immediatamente sulla cicatrice oppure riporlo sulla striscia in PVC in dotazione. 

Quante volte posso usare ogni striscia?

Ogni striscia è certificata per essere utilizzata fino a 30 volte! 

Posso usare anche una crema al silicone medicale?

L'utilizzo di creme, gel o olii di qualsiasi genere compromettono l'adesione sulla cicatrice.

Ho da poco subito un intervento chirurgico, quando posso iniziare ad utilizzare il nastro?

La striscia deve essere utilizzata esclusivamente quando la ferita è completamente rimarginata. 

Dove lo ripongo quando lo tolgo?

La confezione è dotata di una striscia in PVC dove poterlo riporre.

Il nastro mi protegge dai Raggi UV?

Sì, il nastro Scar-Dimmer protegge la cicatrice dai Raggi UVA e UVB

Se sudo la striscia rimane attaccata alla pelle? 

E' possibile che la striscia si stacchi dalla pelle senza compromettere l'adesione successiva. 

Per poterla riutilizzare è sufficiente risciacquare sia la striscia sia la pelle.  

Asciugare molto bene la pelle prima di applicare nuovamente la striscia

Devo depilarmi/radermi prima di applicare il nastro?

In presenza di peli lunghi, consigliamo di radere la pelle attorno la cicatrice per permetterne l'adesione.

Scar-Dimmer inoltre allevia dolore e prurito.

banner-scardimmer-promo.jpg
nastro scardimmer vettoriale.png
covers_logo-numeroverde-800467398-002.jp

 Senza Interessi 

Senza Costi Aggiuntivi

 Senza Busta Paga

icons8-mano-a-destra-100.png
icons8-mano-a-destra-100.png

Chiamaci al Numero Verde per ricevere maggiori informazioni

icons8-mano-a-destra-100.png
Prevenire-le-cicatrici_modificato.png

CHE COS'É UNA CICATRICE?

“In medicina la cicatrice consiste in un nuovo tessuto fibroso epidermico che si forma per riparare le ferite e le perdite di sostanze dei tessuti e degli organi.”
 

Il tessuto cicatriziale, infatti, si forma tutte le volte che si verifica un’interruzione della continuità della cute lasciando sempre un segno più o meno evidente sulla pelle, a seguito di un intervento chirurgico, un’ustione, un trauma, taglio o ferita. Che sia estremamente estesa o piccola come quella legata all’asportazione di un neo o di una cisti sebacea, la formazione di una cicatrice porta con sé ricordi spiacevoli.Anche se la tecnica dell’utilizzo dei punti di sutura riassorbibili ha migliorato il processo di riparazione tissutale, le cicatrici possono metterci a disagio, creandoci dei problemi di non accettazione del nostro aspetto a livello estetico, o addirittura comportare limitazioni funzionali per i movimenti.


Il tessuto cicatriziale non è identico al tessuto che sostituisce ed è sempre di qualità inferiore, non è un caso infatti che le cicatrici cutanee siano più sensibili ai raggi ultravioletti

 

La durata ed il risultato di questo processo dipendono dalle dimensioni, dalla profondità della lesione, e soprattutto dall’origine di quest’ultima; quindi si rileva una notevole variabilità del tempo di cicatrizzazione, a seconda che sia una ferita traumatica più o meno contusa e sporca, di un’ustione elettrica, termica o chimica. La cicatrizzazione non è uguale per tutti, in genere più la pelle è scura e la persona è giovane, maggiori sono i rischi di una cicatrice antiestetica, inoltre alcune zone del corpo cicatrizzano meno bene di altre (torace, sterno, dorso e articolazioni). Sono pochissime le persone che hanno la fortuna di non avere nessuna cicatrice sulla loro pelle. Molto spesso a causa anche delle poche o inadeguate cure o utilizzo di prodotti sbagliati, se il processo di cicatrizzazione si allunga, diventa più difficile la sua guarigione e sulla pelle rimangono dei segni visibili e antiestetici. Per evitare ciò, è necessario curare una ferita in modo tale da favorire la normale e fisiologica cicatrizzazione della pelle. 

Le Cicatrici posso avere diverse origini, un intervento chirurgico, un’ustione, un trauma (taglio o ferita), un incidente,..

che sia estesa come quella del parto cesareo o piccola come quella legata all’asportazione di un neo o di una cisti sebacea, la formazione di una cicatrice porta con sé molti timori, specie se si localizza nelle aree più visibili del volto o del collo. E anche se l’avvento dei punti di sutura riassorbibili ha migliorato la cicatrizzazione, la paura che rimangano dei segni indelebili resta.

Le Cicatrici possono essere di diversa natura: 

CICATRICE IPERTROFICHE In rilievo ed arrossate, possono essere accompagnate da prurito e dolore;

CICATRICI CHELOIDEE Spesse, irregolari, arrotondate, con una colorazione rosso-brunastra;

CICATRICI ATROFICHE Formazioni arrotondate e depresse rispetto alla pelle circostante.